Logo Ecomuseo

MARCHENO - Il consorzio agrario

I Consorzi agrari, organizzazioni di agricoltori per la fornitura di beni o servizi utili per l'attività imprenditoriale agricola, rientrano nel quadro delle istituzioni di carattere cooperativistico che nascono sul finire dell'Ottocento. Diffusi soprattutto in pianura, dove l'attività agricola costituisce l'asse portante dell'economia, trovano però terreno di diffusione anche in Valle Trompia, e nel caso specifico nel Comune di Marcheno, con l'istituzione il 16 febbraio 1902 del Consorzio agrario Valtrompia.
La relazione illustrativa sulle origini e sul funzionamento del Consorzio, redatta nel 1904 e sottoscritta dal presidente Giacomo Foccoli, dal vicepresidente, dai sindaci e dai consiglieri, dà il quadro della situazione agricola della Valle Trompia a cavallo dei due secoli. I contadini della valle, "estremamente conservatori" e probabilmente diffidenti, stentano ad abbandonare i vecchi sistemi basati sulla coltivazione del granoturco. La bachicoltura, settore predominante dell'agricoltura valligiana, è compromessa dalle speculazioni di alcuni incettatori. Le coltivazioni sono sempre minacciate da malattie e parassiti, come la cosiddetta malattia del carbone o la Diaspis pentagona, a cui gli agricoltori non hanno la forza e forse nemmeno la volontà di opporsi. Nel settore zootecnico il miglioramento della razza bovina procede a rilento a causa della tendenza a vendere i migliori capi di bestiame per sottrarli al rischio di mortalità.
Attraverso la propria opera il Consorzio si propone di opporsi a queste tendenze retrograde, da un lato promuovendo l'istruzione agraria, che riporta una prima vittoria nella restrizione della coltivazione del granoturco in favore di quella del frumento "assai più rimuneratrice"; dall'altro, più concretamente, distribuendo a prezzo di costo sementi selezionate, concimi e altro materiale, concedendo ai coltivatori la possibilità di pagamenti dilazionati, curando la predisposizione di un essicatoio per il grano "che tanto interessa l'igiene specialmente dei contadini", istituendo un'assicurazione contro la mortalità del bestiame, concordando infine l'affittanza di una "buona e vasta montagna" per la monticazione del bestiame.
L'archivio storico del Comune di Marcheno conserva il fondo documentale prodotto dal Consorzio agrario Valtrompia tra il 1902 e il 1906.
 
saperne
contentmap_plugin

Tags: cibo, Marcheno, istruzione agraria

Un territorio, un patrimonio:

la Mappa di Comunita'

Contattaci

 
 
Ecomuseo-di-Valle-Trompia
logo-ecomuseo-regione

ECOMUSEO DI VALLE TROMPIA - LA MONTAGNA E L'INDUSTRIA
Complesso conventuale di Santa Maria degli Angeli - via San Francesco d'Assisi - 030 8337424  
Tutti i contenuti sono di proprietà della Comunità Montana di Valle Trompia © 2014,2015 - realizzazione uovodicolombo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookies

I cookies sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'Utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.

Il Sito utilizza:

cookies di sessione utilizzati per la gestione del servizio di autenticazione strumentale all’accesso alle aree riservate del Sito; i cookies di autenticazione consentiranno la memorizzazione temporanea dell’username e della password scelti per l’accesso all’area riservata del Sito;
cookies analytics utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli Utenti e su come gli stessi visitano il Sito; i cookies analytics consentono, tra l’altro, la raccolta e l’elaborazione dei dati di navigazione dell’Utente, tra cui gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si connettono al Sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'Utente; i dati sono raccolti all’unico fine di elaborare informazioni statistiche anonime sull'uso del Sito e per verificare il corretto funzionamento dello stesso; i dati di navigazione potrebbero essere utilizzati in vista dell’identificazione dell’Utente solo nel caso in cui ciò fosse necessario per l’accertamento di reati di natura informatica.
I cookies utilizzati dal Sito non consentono la raccolta di informazioni personali relative all’utente e si cancellano automaticamente con la chiusura del browser di navigazione.

L’Utente può scegliere di abilitare o disabilitare i cookies intervenendo sulle impostazioni del proprio browser di navigazione secondo le istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori. La disabilitazione dei cookies di sessione comporterà l’impossibilità per l’Utente di autenticarsi in vista dell’accesso all’area riservata del Sito.