Logo Ecomuseo

MARCHENO - Fontane e lavatoi

Partendo dalla sede dell'IC di Marcheno, è stato effettuato un percorso sotto la guida esperta del signor Bruno Doloni attraverso le vie del paese alla riscoperta delle fontane:
1- Fontana della Madonnina;
2- Abbeveratoio di Via Madonnina;
5- Lavatoio in Piazza Mauthausen, demolito per sistemare la piazza;
6- Lavatoio esistente, sulla stradina dietro la segheria Fracassi;
7- Fontanella sull’antica strada per Aleno (asportata e distrutta);
8- Fontana Aleno di sotto, spostata una nuova, distrutta la vecchia;
9- Fontana di Aleno di sopra, esistente;
10- Fontana del 1831, Rio del Molino a Cesovo (costruita grazie a un lascito del sig. Marco Zanoletti fu Orazio);
11- Fontana piazzetta di Cesovo (l'antica è stata demolita; resta solo una fotografia);
12- Fontana dello Stalletto a Cesovo;
13- Fontana del Rio Cros all’uscita di Cesovo verso Cimmo;
14- Fontana delle Piazze, sopra Aleno:
 
Le fontane sono state più o meno costruite nel secolo scorso (1906/1907) dopo la stesura delle tubature in ghisa, che partivano dalla Sorgente Acqua Buna, sopra la località Parte.
Le fontane non erano solo vasche per attingere acqua pulita, in sostituzione dei vecchi pozzi pericolosi che più o meno ogni casa aveva. Erano abbeveratoi per gli animali (mucche, cavalli, muli, asini, capre e pecore); erano lavatoi (le pietre inclinate lo dimostrano). La vasca verso lo scarico serviva per il lavaggio dei panni, con sapone e lisciva, mentre quella verso la spina era per il risciacquo e perciò non doveva essere sporcata con saponi per non danneggiare l’abbeverata degli animali.
L’acqua scorreva libera e fresca tutto il giorno e in tutte le case c’era un grosso gancio dove appendere i secchi di acqua pulita presa alla fontana anche perché nessuno aveva ancora l’acqua corrente in casa; dai secchi si beveva con la cozza (una specie di mestolo). Ad Aleno solo la famiglia Foccoli aveva il privilegio di avere una spina gratuita perché la posa dell’intera tubatura passava nei prati di loro proprietà. E nel cortile del Conventino costruirono anche una grande vasca.
Le fontane non erano solo un mezzo per l’approvvigionamento pubblico dell’acqua, ma un punto importante d’incontro per le persone: qui si spettegolava, ci si scambiavano notizie (erano tempi in cui i mezzi di comunicazione erano rari), si dissetavano i viandanti che si spostavano da un paese all’altro quando l’unico mezzo di trasporto erano le gambe, ci si lavava in gruppo in estate, qui i fidanzatini si incontravano per scambiarsi qualche effusione, ci si fermava per rinfrescarsi quando si tornava dal bosco con le fascine di legna o dai prati carichi di fieno o uva, erano un punto di incontro per i paler (gente proveniente da paesi lontani) che con i loro zaini colmi di ogni cosa vendevano ogni ben di Dio alle massaie del paese o aggiustavano attrezzi da cucina, o per lo stasino (lo straccivendolo) o il rei de’ conecc che con la sua vecchia bici Bianchi girava per le strade raccogliendo le pelli di coniglio. C’era anche il moleta alla fontana che affilava ogni tipo di lama o l’ombrelaio che riparava ombrelli o ancora lo scagnino che rifaceva la paglia alle sedie. Capitava anche di vedere l’orso del Trentino che al guinzaglio con la sua padrona ballava e riusciva a racimolare qualche moneta. E sempre a bordo delle fontane si potevano incontrare gli spazzacamini, neri come la pece, che cercavano di togliersi lo sporco accumulato durante la dura giornata di lavoro.
Le fontane erano perciò un punto di incontro per molta gente che spesso veniva anche ospitata nelle case dei marchenesi come il burattinaio di Zanano, certo Bertoglio, che in cambio di ospitalità faceva passare serate allegre alla gente.
Il tempo è passato, la vita è cambiata, ma le fontane sono ancora quasi tutte al loro posto, a ricordarci il nostro recente passato.
 

 

saperne scuola saperne

Tags: Fontane, Lavatoi

Un territorio, un patrimonio:

la Mappa di Comunita'

Contattaci

 
 
Ecomuseo-di-Valle-Trompia
logo-ecomuseo-regione

ECOMUSEO DI VALLE TROMPIA - LA MONTAGNA E L'INDUSTRIA
Complesso conventuale di Santa Maria degli Angeli - via San Francesco d'Assisi - 030 8337496  
Tutti i contenuti sono di proprietà della Comunità Montana di Valle Trompia © 2014,2015 - realizzazione uovodicolombo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookies

I cookies sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'Utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.

Il Sito utilizza:

cookies di sessione utilizzati per la gestione del servizio di autenticazione strumentale all’accesso alle aree riservate del Sito; i cookies di autenticazione consentiranno la memorizzazione temporanea dell’username e della password scelti per l’accesso all’area riservata del Sito;
cookies analytics utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli Utenti e su come gli stessi visitano il Sito; i cookies analytics consentono, tra l’altro, la raccolta e l’elaborazione dei dati di navigazione dell’Utente, tra cui gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si connettono al Sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'Utente; i dati sono raccolti all’unico fine di elaborare informazioni statistiche anonime sull'uso del Sito e per verificare il corretto funzionamento dello stesso; i dati di navigazione potrebbero essere utilizzati in vista dell’identificazione dell’Utente solo nel caso in cui ciò fosse necessario per l’accertamento di reati di natura informatica.
I cookies utilizzati dal Sito non consentono la raccolta di informazioni personali relative all’utente e si cancellano automaticamente con la chiusura del browser di navigazione.

L’Utente può scegliere di abilitare o disabilitare i cookies intervenendo sulle impostazioni del proprio browser di navigazione secondo le istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori. La disabilitazione dei cookies di sessione comporterà l’impossibilità per l’Utente di autenticarsi in vista dell’accesso all’area riservata del Sito.