Logo Ecomuseo

BRIONE - La raccolta dello strame

Oltre che per tagliare legna e fare carbone, nei boschi si andava a fà la foia, cioè a raccogliere lo strame, il pathos o pattume (il fogliame costitutivo della copertura morta, importante fattore di conservazione della fertilità del suolo e quindi del bosco), un lavoro svolto anche dai ragazzi, che lo trasportavano nelle gerle. Nelle aree montane, per secoli, lo strame ha costituito l'unica risorsa per formare le lettiere delle bestie da stalla, da cui poi veniva ricavato il letame per la concimazione dei maggenghi degli orti e dei campi, oltre che per i pagliericci degli stessi contadini per le ore di riposo serale passate in veglia nelle stalle durante l'inverno.
La raccolta dello strame veniva e viene effettuata per lo più nella stagione autunnale nei boschi attigui la cascina e la malga, con l'effetto di ridurne progressivamente, anno dopo anno, la fertilità: venne infatti proibita dal 1923 in quanto depauperante per il terreno, ma continuò comunque ad essere praticata fino alla prima metà del secolo scorso. La raccolta del fogliame avveniva in generale nel bosco, ma anche nei castagneti e in tal caso veniva associata alla pulizia di queste stesse aree, così importanti nella vita contadina per la produzione del noto frutto, che un tempo costituiva un elemento base dell'alimentazione umana.

 

saperne scuola saperne
contentmap_plugin

Un territorio, un patrimonio:

la Mappa di Comunita'

Contattaci

 
 
Ecomuseo-di-Valle-Trompia
logo-ecomuseo-regione

ECOMUSEO DI VALLE TROMPIA - LA MONTAGNA E L'INDUSTRIA
Complesso conventuale di Santa Maria degli Angeli - via San Francesco d'Assisi - 030 8337496  
Tutti i contenuti sono di proprietà della Comunità Montana di Valle Trompia © 2014,2015 - realizzazione uovodicolombo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookies

I cookies sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'Utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.

Il Sito utilizza:

cookies di sessione utilizzati per la gestione del servizio di autenticazione strumentale all’accesso alle aree riservate del Sito; i cookies di autenticazione consentiranno la memorizzazione temporanea dell’username e della password scelti per l’accesso all’area riservata del Sito;
cookies analytics utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli Utenti e su come gli stessi visitano il Sito; i cookies analytics consentono, tra l’altro, la raccolta e l’elaborazione dei dati di navigazione dell’Utente, tra cui gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si connettono al Sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'Utente; i dati sono raccolti all’unico fine di elaborare informazioni statistiche anonime sull'uso del Sito e per verificare il corretto funzionamento dello stesso; i dati di navigazione potrebbero essere utilizzati in vista dell’identificazione dell’Utente solo nel caso in cui ciò fosse necessario per l’accertamento di reati di natura informatica.
I cookies utilizzati dal Sito non consentono la raccolta di informazioni personali relative all’utente e si cancellano automaticamente con la chiusura del browser di navigazione.

L’Utente può scegliere di abilitare o disabilitare i cookies intervenendo sulle impostazioni del proprio browser di navigazione secondo le istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori. La disabilitazione dei cookies di sessione comporterà l’impossibilità per l’Utente di autenticarsi in vista dell’accesso all’area riservata del Sito.