Logo Ecomuseo

POLAVENO - I boschi della Costa

La Costa di Polaveno è il versante alle spalle dell'abitato di Polaveno che parte dalle pendici orientali della Punta dell'Orto e raggiunge quelle del Monte Castellino. Si tratta di un'area a media acclività rivolta a sud, quindi ricca di boschi eliofili di rovere, cerro, roverella, corniolo, maggiociondolo, carpino nero, castagno.
Negli ultimi anni si registra la presenza di scotano e, in seguito a scavi per la realizzazione della strada per Santa Maria del Giogo (dal 2004) anche di robinia, prima assente.
La buona qualità della legna e la comodità dell'esbosco dovuta alla presenza di una strada silvo-pastorale per Santa Maria del Giogo che consente l'avvicinamento con mezzi motorizzati, fanno sì che il taglio del bosco costituisca un elemento permanente del paesaggio, peraltro facilmente osservabile dai numerosi visitatori del Santuario di Santa Maria del Giogo.
A differenza del passato, quando l'economia del paese si reggeva in gran parte sul commercio di legna e carbone, l’attuale sfruttamento boschivo è legato al piccolo consumo famigliare locale. Tranne in rarissime eccezioni, non esistono più imprese che fanno del taglio del bosco la propria ragione sociale. In ogni caso, l'alternarsi dell'affittanza di squadrette lungo tutta la fascia della Costa permette di incontrare le manifestazioni di tale attività in diverse epoche e nelle diverse fasi di sviluppo del taglio e della rinnovazione forestale.
Le più evidenti manifestazioni sono la matricinatura, ovvero la riserva di piante d’alto fusto (nate da seme) nell'area soggetta a taglio, l'accatastamento della legna, l'impianto di argani per il recupero dei tronchi dall'area del taglio alla strada, l'esbosco vero e proprio tramite trattori.
Il fenomeno del taglio del bosco risulta di particolare evidenza in loco tanto che varie sono le attività didattiche condotte dal Gruppo di storia locale imperniate sul significato storico e naturalistico di tale attività.
Lungo la strada che porta a Santa Maria del Giogo si può inoltre notare, per quanto non di eccezionali dimensioni, il carpino bianco della Costa di Polaveno, che appare come un grande e affascinante custode.
È uno dei pochi esemplari di carpino bianco della zona; infatti il bosco, distribuito su un versante rivolto a sud, è composto solitamente da piante eliofile, tipologia a cui il carpino non appartiene preferendo ambienti più freschi. La conformazione del tronco conferisce al carpino un carattere speciale: la tipica nodosità è, in questo caso, molto evidente, quasi come il tronco fosse formato da un fascio di muscoli e nervi in cui si può leggere una tensione quasi animale, avvolto dalla corteccia superficiale.

saperne scuola saperne
contentmap_plugin

Un territorio, un patrimonio:

la Mappa di Comunita'

Contattaci

 
 
Ecomuseo-di-Valle-Trompia
logo-ecomuseo-regione

ECOMUSEO DI VALLE TROMPIA - LA MONTAGNA E L'INDUSTRIA
Complesso conventuale di Santa Maria degli Angeli - via San Francesco d'Assisi - 030 8337496  
Tutti i contenuti sono di proprietà della Comunità Montana di Valle Trompia © 2014,2015 - realizzazione uovodicolombo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookies

I cookies sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'Utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.

Il Sito utilizza:

cookies di sessione utilizzati per la gestione del servizio di autenticazione strumentale all’accesso alle aree riservate del Sito; i cookies di autenticazione consentiranno la memorizzazione temporanea dell’username e della password scelti per l’accesso all’area riservata del Sito;
cookies analytics utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli Utenti e su come gli stessi visitano il Sito; i cookies analytics consentono, tra l’altro, la raccolta e l’elaborazione dei dati di navigazione dell’Utente, tra cui gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si connettono al Sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'Utente; i dati sono raccolti all’unico fine di elaborare informazioni statistiche anonime sull'uso del Sito e per verificare il corretto funzionamento dello stesso; i dati di navigazione potrebbero essere utilizzati in vista dell’identificazione dell’Utente solo nel caso in cui ciò fosse necessario per l’accertamento di reati di natura informatica.
I cookies utilizzati dal Sito non consentono la raccolta di informazioni personali relative all’utente e si cancellano automaticamente con la chiusura del browser di navigazione.

L’Utente può scegliere di abilitare o disabilitare i cookies intervenendo sulle impostazioni del proprio browser di navigazione secondo le istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori. La disabilitazione dei cookies di sessione comporterà l’impossibilità per l’Utente di autenticarsi in vista dell’accesso all’area riservata del Sito.